Farmaci Consentiti e Vietati In Gravidanza

0
650
Farmaci in Gravidanza - SaluteMedicina

L’ AZIONE DEI FARMACI DURANTE LA GRAVIDANZA

I farmaci che oltrepassano la barriera placentare, possono avere nell’ embrione l’effetto teratogeno (quindi malformazioni congenite), oppure causare l’aborto se la malformazione è letale.

L’effetto teratogeno si verifica nel periodo compreso tra il concepimento e il completamento dell’ organogenesi (fase dell’ embriogenesi). 

Nel periodo precedente, ovvero nel periodo pre-embrionale, che dura due settimane dopo la fecondazione, l’esposizione a sostanze tossiche ha un effetto tutto/niente. Il concepito muore, oppure continua a vivere senza alcun danno, in quanto le cellule durante questa fase possono essere sostituite. Questo periodo viene anche detto di “resistenza“.

Nella fase fetale, dal 71° giorno al termine della vita intrauterina , gli effetti sui vari organi possono essere tossici e si possono verificare anomalie fetali   morfologiche (malformazioni fetali) o funzionali (difetti metabolici).

L’entità del danno è in relazione alla dose e al tempo di somministrazione del farmaco.

Le malformazioni attribuite ai farmaci sono comunque inferiori all’1%.

La maggior parte delle cause di malformazioni sono ignote (65-70%), altre sono genetiche (10-25%) e altre ancora ambientali (10%).

La percentuale di anomalie dovute ai farmaci è così bassa perche’ la placenta svolge un ruolo protettivo nei confronti del feto, infatti molte  molecole (dalle notevoli dimensioni) vengono schermate dalla  barriera placentare, così da proteggere l’embrione o il feto.

LA CLASSIFICAZIONE DEI FARMACI

In Italia, dal 1983 l’ archivio dei Fattori di Rischio Teratogeno (AFRT) ha classificato i farmaci presenti nel mercato nelle categorie A, B, C (C1, C2, C3, C4) e X.

Le categorie sono  in ordine progressivo dalla (A) ,priva di evidenza di rischio,alla categoria (X), in cui il rischio è maggiore. Nei casi di gravidanza in corso e per tutte le donne che intendono affrontarne una, i farmaci che vengono indicati nella categoria X , come il talidomide, ormoni e antineoplastici, sono vietati.

FARMACI CHE DOVREBBERO ESSERE EVITATI IN GRAVIDANZA A CAUSA DELLA PROVATA O FORTEMENTE SOSPETTATA TERATOGENICITA’

Tabella Farmaci Teratogeni - SaluteMedicina(L’assenza di un farmaco da questa tabella non significa che non sia teratogeno).

RACCOMANDAZIONI 

  1. In generale sarebbe meglio evitare l’ uso di farmaci durante la gravidanza e in ogni caso non assumerne mai senza aver prima consultato un medico.
  2. Se per molteplici ragioni si sta seguendo una terapia farmacologica è bene rivedere con il medico la prescrizione più consona al periodo della gravidanza.
  3. E’ importante assumere farmaci soltanto in caso di reale necessità e di provata efficacia.
  4. I farmaci “vecchi” , presenti da tempo sul mercato ( perciò con effetti collaterali maggiormente conosciuti), offrono in genere maggiori garanzie rispetto alle molecole di nuova generazione.
  5. Rispettare sempre  il dosaggio indicato dal medico che ha prescritto il farmaco.
  6. Evitare il ricorso all’ automedicazione per qualsiasi tipo di disturbo. 

Farmaci in gravidanza - SaluteMedicina

PER ULTERIORI INFORMAZIONI CONTATTACI


Richiedi Supporto

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui