Le conseguenze del Papilloma Virus (HPV), Pap test: la prevenzione è fondamentale!

0
947
Prevenzione HPV
Prevenzione HPV

Parallelamente alla diffusione dei programmi di screening al Papilloma Virus, si è assistito ad una netta riduzione della mortalità oltre che all’ incidenza del cervicocarcinoma. L’ incidenza del carcinoma raggiunge un picco nella fascia d’ età compresa tra i 30 ed i 34 anni, mentre il picco del carcinoma francamente invasivo si ha verso i 45-50 anni.

Quali sono i fattori di rischio?

La neoplasia cervicale è una patologia dovuta a più fattori, per la quale tuttavia il Papilloma Virus (HPV) è il fattore di rischio primario. Ciò nonostante soltanto alcune donne infettate da HPV sviluppano poi la neoplasia cervicale.

Vi sono infatti diversi altri fattori che indicano un rischio aumentato, tra cui: agenti infettivi responsabili di malattie sessualmente trasmesse, età, fattori ereditari, fumo, determinate condizioni igienico-comportamentali e sanitarie.

Il  Papilloma Virus (HPV)

L’ infezione da HPV è una delle malattie sessualmente trasmesse più comuni. I virus del papilloma umano (circa 100 tipi) sono in grado di produrre delle caratteristiche proliferazioni sulla cute e sulle mucose.Tra gli oltre 100 genotipi di HPV noti, circa un terzo è caratterizzato dalla trasmissione per via sessuale. Alcuni genotipi sono definiti a “basso rischio” oncogeno, possono dare origine a verruche genitali o ai cosiddetti condilomi acuminati  mentre altri genotipi definiti ad “alto rischio“, sono più frequentemente associati a neoplasie di alto grado o invasive.

IL PAP TEST

 

Il pap-test è un esame basato sullo studio delle cellule che normalmente si sfaldano dal collo dell’ utero, le quali devono essere prelevate dall’ esocervice e dal canale cervicale. Il materiale, prelevato con un’ apposita spatola a livello dell’ esocervice e con una “spazzola” a livello dell’ endocervice, viene strisciato su un vetrino, fissato, colorato, ed osservato al microscopio. Si possono in tal modo evidenziare anomalie cellulari o vere e proprie cellule tumorali.  Lo screening è molto semplice nella sua esecuzione, di minima invasività e di sufficiente sensibilità oltre che di basso costo. 

Video di Approfondimento:

Grazie a questo test è possibile riconoscere e trattare le forme pre-invasive riducendo i carcinomi invasivi della cervice uterina.

Condizione indispensabile per la sua esecuzione

….è l’ assenza di perdite ematiche dai genitali, che non sia stata eseguita alcuna terapia locale da non meno di 48 ore, e ugualmente per l’ aver avuto rapporti sessuali

La corretta esecuzione di questo screening oncologico è di competenza dell’ ostetrica. 

E’ un esame semplice, ambulatoriale, della durata di circa 5 minuti e per il quale non è necessaria l’ anestesia.

PER ULTERIORI INFORMAZIONI CONTATTACI


Richiedi Supporto

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui